Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

25/02/21 ore

POLITICA

Ingroia "si sacrifica" per la patria

Alla fine l’annuncio ufficiale è arrivato, Antonio Ingroia si candida: “Se ci siete tutti, se ci siamo, anche quelli della società civile, io sono disponibile a candidarmi in un movimento unitario”. L’invito, rivolto alla platea del teatro Capranica di Roma, riceve dal pubblico presente una delle tante ovazioni della serata. di Ermes Antonucci

Le toghe "arancioni" in lista con Ingroia

“Sì, forse, probabilmente”. L’atmosfera d’attesa che si è creata attorno alla discesa in campo di Antonio Ingroia è ormai da grande star. Ci ha provato, il magistrato palermitano, a restare distante dai riflettori mediatici, ma la sua astinenza è durata poco più di un mese, il tempo di disfare le valigie in Guatemala “per conto dell’Onu”.

Pannella, 7° giorno di sciopero della fame e della sete. La nonviolenza contro l'illegalità

“Io sto per il trittico indissolubile 'Amnistia, Diritto, Legalità' per tutti e non per i carcerati. I carcerati lottano, soffrono, vivono per tutti gli altri, voialtri, noialtri”. Così, con un messaggio affidato al cinguettio di Twitter, Marco Pannella spiega ancora una volta a Roberto Saviano e all'Italia intera le motivazioni che lo hanno condotto al settimo giorno di sciopero totale della fame e della sete.

La partita di Ingroia con gli Arancioni di de Magistris

Dunque, alle prossime elezioni ci sarà anche una “lista orizzontale” per degli hombre vertical; quelli con la “schiena diritta” che piacciono tanto a Luigi de Magistris. La sfida è partita ufficialmente dal teatro Eliseo a Roma, dove l’ex pm ha battezzato il suo Movimento arancione, ribadendo che non ne sarà il leader perché “faccio il sindaco”.

Grillo: Favia e Salsi "fuori dalle palle"

La notizia arriva in tarda mattinata e ha del clamoroso. Beppe Grillo ha deciso di espellere Federica Salsi e Giovanni Favia dal Movimento 5 Stelle. Lo ha fatto, come sempre, attraverso un mini-post sul suo blog, in modo laconico e deciso: “A Federica Salsi e Giovanni Favia è ritirato l’utilizzo del logo del MoVimento 5 Stelle. Li prego di astenersi per il futuro a qualificare la loro azione politica con riferimento al M5S o alla mia figura. Gli auguro di continuare la loro brillante attività di consiglieri”.

Grillo sbotta: chi non si adegua "fuori dalle balle!"

“Fuori dalle palle”: non poteva essere più esplicito il messaggio di Beppe Grillo rivolto a tutti gli attivisti che, lentamente, stanno maturando dubbi sui meccanismi ben poco democratici che muovono il Movimento 5 Stelle.