Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

25/04/17 ore

EDITORIALI E COMMENTI

Vicenda romana M5S, quando un’opposizione non è un’alternativa

La vicenda romana del Movimento 5 stelle, al di là dei dati folklorici e gossipari evidenziati dai media, dimostra soprattutto una cosa. Come ogni sistema di potere della società contemporanea, anche quello italiano richiede che ci sia un’opposizione ma non un’alternativa. È appunto quello che è avvenuto anche con il movimento promosso da Casaleggio e da Grillo. di Luigi O. Rintallo

M5S e art.67 della costituzione

Nessuna norma della nostra costituzione è stata più sfortunata di quella contenuta nell’articolo 67. E sfido io! Si permette di stabilire che gli eletti esercitano le loro funzioni senza vincolo di mandato, che cioè, in breve, né gli elettori, né i partiti che li hanno messi in lista né qualunque altro soggetto può in alcun modo vincolarne le decisioni. di Silvio Pergameno

I Raggi-ri del Movimento 5 balle

I capisaldi grillini si stanno sbriciolando sotto i colpi inferti dalla strampalata giunta Raggi. Dopo due mesi di miserabili zuffe, la parola chiave in data odierna, sulla quale si sta consumando il drammone romano, è "bugia". di Antonio Marulo

Angela Merkel sconfitta

Nelle elezioni di domenica scorsa nel Meklemburgo – Pomerania anteriore la sconfitta della CDU, la democrazia cristiana tedesca (partito molto diverso da quella italiana e partito di Angela Merkel) è un fatto politico molto significativo nel panorama politico non soltanto tedesco, ma anche europeo, perché può essere il preludio di cambiamenti molto preoccupanti, e che in Europa ci riguardano tutti. di Silvio Pergameno

“Ventotene 2” ?

Nel 1941 due antifascisti al confino nell’isoletta di Ventotene, Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi, compilarono il documento politico conosciuto come il “Manifesto di Ventotene”. Era un momento nel quale le forze dell’ “Asse” sembravano vittoriose, ma i due autori davano per scontato che la vittoria non sarebbe arrisa a Hitler e Mussolini: il problema dei due confinati era quello della ricostruzione della democrazia in Europa nel dopoguerra...  di Silvio Pergameno

Radicali per chiunque

Anche il redivivo Giovanni Negri - l’ex segretario del partito radicale, datosi per anni all’agricoltura, salvo qualche incursione mediatica per dire peste e corna del duo Pannella-Bonino - ha ritenuto opportuno rimettersi in circolo, cavalcando l’onda referendaria sulla riforma costituzionale in nome e per conto di qualcosa che gli appartiene solo nel passato... di Antonio Marulo