25/04/17 ore

EDITORIALI E COMMENTI

PD, tra partito del futuro e residuo di un passato morto

La vittoria del “NO” al referendum del 4 dicembre u.s. ha scatenato una vera e propria gara fra le legioni di quanti si chiedono: “E adesso cosa farà Renzi?”, una domanda cui seguono altrettanti interrogativi: Si ritira? Farà solo il segretario del PD? Farà una nuova legge elettorale? Aspetta la sentenza della Consulta sull’Italicum?, Prepara elezioni anticipate per il prossimo maggio? O per il prossimo ottobre?…. In realtà si tratta di una domanda sbagliata. di Silvio Pergameno

La “Street theology” di Francesco

Decentrato, planetario, inclusivo. Appena un anno fa a Roma iniziava l’Anno Santo dedicato alla Misericordia. Bergoglio, contravvenendo al protocollo, aveva tagliato il nastro nella Repubblica Centrafricana, terra in cui sono «rappresentate tutte le sofferenze» di un popolo. Bangui, proclamata per l’occasione «capitale spirituale del mondo», ospitava una cerimonia inaugurale celebrata con oltre una settimana d’anticipo sulla data ufficiale.... di Ludovica Passeri

Le RAGGIanti avventure dei grillini a Roma

Non c’è tempo da perdere. E questo indipendentemente dal rischio che il ritorno ai vecchi schemi da prima repubblica mortifichi le velleità griline. La possibile erosione del consenso dei pentastellati - dato sulla fiducia e per incazzatura - si gioca infatti nei prossimi mesi sul campo: a Torino e a Roma, dove serpeggiano e crescono mugugni, malumori e pentimenti per la gestione ambigua della giunta Appendino, ma soprattutto per i disastri di Virginia Raggi... di Antonio Marulo

Referendum c.v.d. (come volevasi dimostrare)

C.V.D.,l’acrostico che ogni buon matematico pone alla fine del suo teorema, partito da un’affermazione data per scontata, magari con una punta di presunzione, ma poi brillantemente dimostrata: come volevasi dimostrare…c.v.d. di Silvio Pergameno

Bufalo Grill(o), la disinformatia nella Rete del Movimento 5 Stelle

Che il Movimento 5 Stelle non fosse un esempio di informazione corretta lo si sapeva da tempo, grazie agli innumerevoli saggi offerti come pane quotidiano a beneficio dei cittadini che si fanno governanti. A suffragio di questa reputazione poco lusinghiera, che per la verità non ne scalfisce finora minimamente il consenso, arriva un’inchiesta giornalista di BuzzFeed, che dà conto di come il partito della Casaleggio & Associati sia il massimo diffusore disinformazione online nel nostro paese. di Antonio Marulo

Se la Commissione Antimafia diventa la Buoncostume

“… Quello che è preoccupante è la clientela organizzata, che serve per tramutare soldi pubblici in consenso … ” – ha detto il vicedirettore de Il Fatto Quotidiano Marco Lillo intervenendo alla trasmissione La Gabbia Open. Il giornalista faceva riferimento alle dichiarazioni che il Governatore della Campania Vincenzo De Luca avrebbe fatto a circa trecento sindaci della sua Regione con le quali avrebbe invitato, con espressioni come al solito colorite, gli stessi a votare si al referendum del 4 dicembre per motivi di opportunità di potere: ottenere dal presidente del Consiglio molti denari per finanziare opere e interventi per il Sud e in particolare per la Campania. di Giuseppe Rippa