Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

26/05/17 ore

RASSEGNA WEB

Pillola, gli effetti della fascia C

La cosiddetta “pillola” non è più a carico del Servizio sanitario nazionale. Da quasi un anno, infatti, gli ultimi anticoncezionali orali rimasti in fascia A – circa il 10% - sono stati riclassificati in fascia C, quelli per intenderci a spese del cittadino. Secondo alcuni rappresentanti dei medici di famiglia (Smi), la decisione sta danneggiando le fascie più disagiate della popolazione, spingendo molte donne a privilegiare “l’unico anticoncezionale che in Italia continua ad essere rimborsato dallo Stato...: l’aborto”. Ne scrive ilfattoquotidiano.it facendo un po' il punto della situazione, in un articolo che riportiamo nella nostra Rassegna.

Cannabis legale, la Carmagnola bella

C'è un' "erba ricca di cannabinoidi, sostanze psicoattive sempre più usate per le loro qualità terapeutiche", che "rilassa, sballa ma non troppo. Ed è pure legale". Ne scrive 'La Stampa', in un articolo che proponiamo in Rassegna.

La pubblicità “indotta” alla Cannabis terapeutica

Il pasticcio, in assenza di regole adatte ai tempi, che ha visto protagoniste alcune farmacie colpite da sanzioni da 8 mila euro, per aver fatto pubblicità online alla cannabis terapeutica.

Le ipocrisie di chi odia l’America (il gioco delle parti pro/contro Trump)

C’è, in Europa, un gioco delle parti, paradossale solo in apparenza. Gli antiamericani tifano, compatti, per Donald Trump. I filoamericani sperano nell’impeachment o anche, eventualmente, in qualunque altra gabola o miracolo che possa servire a cacciarlo dalla Casa Bianca. Le ragioni per le quali gli antiamericani sono con lui e i filoamericani contro sono le stesse. di Angelo Panebianco (dal corriere.it)

Iran elezioni presidenziali: conservatori uniti contro il favorito Rohani

È stata l’economia la vera protagonista della campagna elettorale per le elezioni presidenziali iraniane di venerdì 19 maggio, indicando con chiarezza quali siano le priorità degli elettori di qualsiasi età e credo politico. di Nicola Pedde (da Affari Internazionali)

Spaccio il dispaccio: la credibilità perduta dei giornali online

Ai tempi della post-verità, delle verità alternative e, volendo, delle pre-verità il mondo del giornalismo può paradossalmente avere una grande occasione per rilanciarsi, riconquistando la credibilità perduta elevandosi nel marasma di notizie faidate del “giardino digitale”. Lo può fare magari cominciando dalle piccole e semplici cose, come la trascrizione corretta, scevra da interpretazioni, di file audio-video. Non è stato così, per esempio...

Cannabis, i dati positivi sulla legalizzazione

Qual è la risposta della comunità, in termini di consumo, in quegli Stati Usa in cui la cannabis è stata legalizzata anche per fini non medici e scientifici? Nuove ricerche, finalmente libere da pregiudizi, ci aiutano a capirlo.

La Turchia, i diritti umani, e noi

L’atteggiamento dell’Unione Europea verso la Turchia è un buon riassunto di tutto quello che non funziona nelle relazioni esterne dell’UE. di Lorenzo Ferrari  (da il.post.it)

Boschi, la pre-verità

Premessa: queste non sono righe in difesa di Maria Elena Boschi, che avrebbe dovuto andare a casa la sera del 4 dicembre, perché lo aveva promesso, e anche se non lo avesse promesso, visto che era ministro delle Riforme bocciate dal referendum. E' che mi è parso di scorgere una novità nella comunicazione di questi ultimi tempi: la pre-verità. di Mattia Feltri (dalla pagina di Facebook)

Report: il silenzio degli insolventi

Le banche sono la preoccupazione della BCE, nelle nostre banche ci sono 349 mld di crediti malati: crediti concessi a 10ml di italiani. Ma una maggior parte riguarda poche specifiche figure: Caltagirone, Sorgenia, Mezzaroma … (da http://unoenessuno.blogspot.it)

Diagnosi preimpianto, la storia di Claudia e Maurizio (ma non solo)

«Sono talassemica, una malattia genetica che costringe a trasfusioni di sangue mensili. A Cagliari, dove vivo, non è possibile fare diagnosi preimpianto, per me che sono malata, e ho un marito portatore sano: i laboratori non vengono attivati. Se avessi un bimbo, il rischio di trasmettergli la talassemia sarebbe del 50 per cento». Così mi aveva scritto Claudia Frau, di Cagliari, nel 2011. Mi aveva cercato dopo aver letto che l’Associazione Luca Coscioni aveva ottenuto che alcuni Tribunali aiutassero le coppie a superare i divieti della Legge 40 sulla fecondazione assistita. di Filomena Gallo