Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

30/03/17 ore

RASSEGNA WEB

Il panorama jihadista del Sinai

Lo scorso 31 ottobre, un aereo di linea della compagnia russa Kogalymavia, operante il volo 7K9268 / KGL9268 tra Sharm el-Sheikh e San Pietroburgo, è precipitato nella Penisola del Sinai, causando la morte di 224 persone, in grande maggioranza cittadini russi.  Quanto accaduto al volo 7K9268, nonostante la prudenza delle autorità sia egiziane che russe sulle cause dell’incidente, ha diretto l’attenzione dei media internazionali sulle attività di Ansar Bait al-Maqdis (ABM), gruppo attivo in Sinai e ufficialmente affiliato allo Stato Islamico. (Centro Studi Internazionali)

Geopolitica dei gasdotti, i progetti di Gazprom

Nord Stream 2 e Turkish Stream. Sono questi i gasdotti messi in cantiere da Vladimir Putin per ridurre l’influenza dell’Ucraina sulle sue esportazioni di gas verso l’Unione europea, Ue. di Marco Siddi (da Affari Internazionali)

Giudici e politica. Le timide proposte del Csm

Il Consiglio superiore della magistratura ha fatto sette proposte sui rapporti tra giudici e politica al ministro della Giustizia, perché questi promuova un disegno di legge sulla materia. Sono proposte dirette ad allineare il trattamento dei magistrati che entrano nella politica locale a quello dei giudici impegnati a livello politico nazionale e a regolare, per gli uni e gli altri, i casi di prolungato impegno fuori dell’ordine giudiziario. di Sabino Cassese (da corriere.it)

Cannabis di Stato, quel business che può allettare

Marijuana legale: antica battaglia radicale contro il proibizionismo che favorisce solo traffici illeciti e criminalità organizzata, storico tabù italiano che potrebbe essere infranto davvero grazie a una questione di soldi; quelli che lo Stato ricaverebbe dalla vendita dell’Erba magica o maledetta, a seconda di come la si pensi.

Errori e orrori a Gerusalemme

Dopo una sequela di aggressioni a colpi di coltello da parte di palestinesi contro soldati, agenti di polizia e civili israeliani, seguita dalle ritorsioni israeliane, un sentimento di angoscia e insicurezza permea Gerusalemme, impedendo la normalità del vivere quotidiano. di Giorgio Gomel (da Affari Internazionali)

Le esagerazioni del Papa Re

Si può dire, umilmente e sommessamente, che questo Papa sta un po’ esagerando? Ieri si è saputo che ha scritto all’ex consigliere capitolino di estrema sinistra Andrea Alzetta detto Tarzan, collezionista di denunce per violazione di domicilio e invasione e devastazione di edifici, esortandolo «a occuparsi di chi non ha casa». Invito che l’interessato ha interpretato come un «caldo incoraggiamento» a occupare le case altrui. di Massimo Gramellini (lastampa.it)

Canone Rai, la tassa ingiusta e iniqua

Va bene, pagheremo quell’odioso balzello denominato «canone Rai» con la bolletta dell’elettricità. Ciò non toglie che saremo costretti a pagare una tassa iniqua e ingiustificata. Perché è un residuo di un’epoca finita, quella in cui non esisteva il telecomando, lo smartphone, il tablet, e non esisteva nemmeno il computer. di Pierluigi Battista (da corriere.it)

Fine vita, Max non ha più tempo. Il Parlamento non aspetti

Non basta essere un malato ter­mi­nale per avere ragione, nem­meno se ci si auto­so­spende le tera­pie per otte­nere ascolto dal Par­la­mento. Potrebbe essere un ricatto, basato su una pre­tesa assurda. Ma Mas­si­mi­liano “Max” Fanelli chiede “sem­pli­ce­mente” che la Costi­tu­zione sia rispet­tata e che il Par­lamento la smetta di diso­no­rare se stesso. di Marco Cappato (da 'Il Manifesto')

Attentato Turchia, violenza pensando alle urne

Chi è stato? Ma soprattutto a chi giova? Il terzo e più sanguinoso attentato che ha funestato la Turchia (prima Diyarbakir, poi Suruç e ora Ankara) pone queste domande. di Marco Guidi (da Affari Internazionali)

Se l'Italia bombarda il Califfo

È possibile che l’Italia aumenti il suo impegno militare in Iraq nelle operazioni contro il cosiddetto califfato. È molto probabile che la Nato richieda un prolungamento della presenza militare in Afghanistan. di Stefano Silvestri (da Affari Internazionali)

Soldi, trivelle, bilanci. Le promesse tradite del Movimento cinque stelle

Il cambiamento della regola (ma anche i comportamenti diffusi) sui soldi nel Movimento cinque stelle è ormai qualcosa imposto dalla brutale realtà dei fatti. Ma anche su altre cose, per esempio il sì o il no alle trivellazioni, o il dogma etico, prima che politico, della trasparenza di bilancio, è in corso una mutazione complessiva del progetto che non può lasciare inerte il francescano Casaleggio. E certo non può esser taciuta inneggiando alla «svolta pragmatica» del Movimento. di Jacopo Jacoboni (la stampa.it)