Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

30/03/17 ore

Aghi di Pino

Grillo, Passaparola dal futuro: #Italia5Stelle durante la terza guerra mondiale di Gaia

Come sarà l’Italia nel 2042? Meravigliosa e a 5stelle! Questo dopo 25 anni di governo del MoVimento, nel corso dei quali tutto ciò per cui oggi si battono i grillini sarà realizzato, morte di Equitalia incluso. L’annuncio profetico è stato dato dallo stesso Grillo ritornando dal futuro direttamente sul suo blog.

Comunione e genuflessione: questa volta tocca a Renzi

All'annuale Meeting ciellino - raccontano le cronache - per il premier Matteo Renzi accoglienza calorosa, come sempre e da sempre accade al potente di turno invitato a Rimini.

#Romasonoio, Alessandro Gassmann dice subito basta. Ma ci raggiunge a settembre!

Roma Capoccia, che vita infame: il degrado che l’affossa finisce pure sulla stampa internazionale, mentre malaffare, disservizi, inciviltà e monnezza prendono il sopravvento. Che fare? Alessandro Gassmann, un romano famoso che non ne può più, lancia la sua proposta rivoluzionaria… che non avrà dormito due notti almeno per partorirla.

La Brigata Calimero, il nuovo psicodramma dei compagni italiani di Tsipras

Già era accaduto che il bizzarro Tsipras le tirasse un brutto scherzetto post-elettrorale, alleandosi con il partitino di estrema destra nella formazione del governo a guida Syriza in Grecia. Oggi la cosiddetta Brigata kalimera di Vendola, Fassina e compagni vive un nuovo psicodramma.

Putin, la risposta “eurocretina” di Salvini

Più che per slogan, parla per magliette o felpe, a seconda della stagione. Ovviamente non dà soluzioni, perché non ne ha di concrete da proporre. Si limita sempre al giudizio grossolano e da bar sport, come se fosse in qualsiasi piazza di Paese a pontificare fra amici all’angolo dei giardinetti...

Conservatori ma anche Riformisti, l’ossimoro di Fitto

Secondo la definizione data dalla Treccani, il Conservatorismo e quella “posizione culturale e politica di chi sottolinea il valore della continuità di fronte al cambiamento, contro le ideologie progressiste, difendendo l’ordinamento politico-sociale tradizionale dagli impulsi innovatori”. Per contro, con Riformismo s’intende "in genere, ogni metodo d’azione politica che, ripudiando sia i sistemi rivoluzionari sia il conservatorismo, riconosce la possibilità di modificare l’ordinamento politico sociale esistente solo attraverso l’attuazione di organiche, ma graduali riforme. Si dice anche, in senso spregiativo, di una politica, sostanzialmente conservatrice, che si limita a marginali riforme in un dato sistema sociale, senza modificare le fondamentali strutture del sistema stesso”.

Italicum, stile libero!

Quelle motivazioni non proprio d'Honneur per il Commandeur Carlo De Benedetti

Carlo De Benedetti è stato insignito del titolo di 'Commandeur de la Légion d'Honneur'. Come racconta il giornale di Casa, l'ambasciatrice Catherine Colonna ha sottolineato, nel corso della cerimonia a Palazzo Farnese, dapprima il percorso professionale di imprenditore di De Benedetti, "eccezionale e visionario" che ha "trasformato la fabbrica Olivetti, allora in crisi, nella società più competitiva d'Europa" (che poi sia finita male è un dettaglio) e reso la Cir "una delle più grandi holding italiane che conta oggi 14mila persone" (e spesso, nel tempo, sommersa dai debiti…).

Girano le pale demagogiche sull’elicottero di Renzi

L’elicottero su cui viaggiava il presidente del Consiglio Matteo Renzi è stato costretto, a causa del maltempo, ad un atterraggio di emergenza durante il suo tragitto Firenze-Roma. Solita cascata demagogica di critiche sul web (puntualmente sospinta da Grillo): "Prenda il treno come Mattarella!".

Al tram di Mattarella s’attacca il sindaco Nardella

Dopo il Papa uomo comune, un Presidente uomo comune, che al volo di Stato preferisce il volo di linea per Palermo, che rinuncia all’auto blu e sceglie un banale mezzo pubblico da Firenze a Scandicci.