Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

17/08/17 ore

Aghi di Pino

Pagamenti in contanti, la generosità di Renzi per aiutare i consumi…

Ebbene, in pieno sviluppo del commercio elettronico, nell’éra delle carte di credito o di debito prepagate e della moneta immateriale, una norma da effetto nostalgia per i bigliettoni giganti di una volta si fa largo nel nella prossima Legge di stabilità. Pare infatti che ci sia estremo bisogno di venire incontro a chi è solito contrattare con carta moneta sfogliante in quantità che le tasche non sono mai grandi abbastanza, senza la quale non acquista, con grave nocumento per l’economia nazionale.

Quel “pregio” radicale di Roberto Giachetti

Fra i possibili candidati del Partito democratico nella corsa a Sindaco di Roma figura il vicepresidente della Camera Roberto Giachetti, non nuovo sul Campidoglio, essendo stato capo di gabinetto del sindaco Francesco Rutelli. Di quest’ultimo è stato fedele scudiero come capo della sua segreteria nella Margherita, partito che ha contribuito a fondare.

Fuoco di Paglia

Come diceva quel tale, la domanda nasce spontanea: se Papa Francesco era “imbufalito” in volo dalla America con il sindaco di Roma Ignazio Marino, come si evince dalla burla telefonica del programma radiofonico la Zanzara, quanto sarà salito il livello di incazzatura del “Numero Uno”, dopo aver appreso della conversazione via cavo del finto Renzi con il Mons. Paglia?

Salvini in Nigeria, la valigia resta sul letto

Mentre i capi di stato di tutto il mondo fanno passerella all’Onu per parlare dei problemi e delle mille crisi irrisolte che affliggono il pianeta, immigrazioni e fuga dalle guerre incluse, ci può anche stare che qualche megalomane ghe pensi mi possa illudersi di andare in Nigeria con un manipolo di rampanti imprenditori padani per risolvere, così, in quattro e quattr’otto, la piaga delle migrazioni di massa (ammesso - il che non risulta - che le masse di migranti e rifugiati siano affollate di nigeriani).

Grillo, Passaparola dal futuro: #Italia5Stelle durante la terza guerra mondiale di Gaia

Come sarà l’Italia nel 2042? Meravigliosa e a 5stelle! Questo dopo 25 anni di governo del MoVimento, nel corso dei quali tutto ciò per cui oggi si battono i grillini sarà realizzato, morte di Equitalia incluso. L’annuncio profetico è stato dato dallo stesso Grillo ritornando dal futuro direttamente sul suo blog.

Comunione e genuflessione: questa volta tocca a Renzi

All'annuale Meeting ciellino - raccontano le cronache - per il premier Matteo Renzi accoglienza calorosa, come sempre e da sempre accade al potente di turno invitato a Rimini.

#Romasonoio, Alessandro Gassmann dice subito basta. Ma ci raggiunge a settembre!

Roma Capoccia, che vita infame: il degrado che l’affossa finisce pure sulla stampa internazionale, mentre malaffare, disservizi, inciviltà e monnezza prendono il sopravvento. Che fare? Alessandro Gassmann, un romano famoso che non ne può più, lancia la sua proposta rivoluzionaria… che non avrà dormito due notti almeno per partorirla.

La Brigata Calimero, il nuovo psicodramma dei compagni italiani di Tsipras

Già era accaduto che il bizzarro Tsipras le tirasse un brutto scherzetto post-elettrorale, alleandosi con il partitino di estrema destra nella formazione del governo a guida Syriza in Grecia. Oggi la cosiddetta Brigata kalimera di Vendola, Fassina e compagni vive un nuovo psicodramma.

Putin, la risposta “eurocretina” di Salvini

Più che per slogan, parla per magliette o felpe, a seconda della stagione. Ovviamente non dà soluzioni, perché non ne ha di concrete da proporre. Si limita sempre al giudizio grossolano e da bar sport, come se fosse in qualsiasi piazza di Paese a pontificare fra amici all’angolo dei giardinetti...

Conservatori ma anche Riformisti, l’ossimoro di Fitto

Secondo la definizione data dalla Treccani, il Conservatorismo e quella “posizione culturale e politica di chi sottolinea il valore della continuità di fronte al cambiamento, contro le ideologie progressiste, difendendo l’ordinamento politico-sociale tradizionale dagli impulsi innovatori”. Per contro, con Riformismo s’intende "in genere, ogni metodo d’azione politica che, ripudiando sia i sistemi rivoluzionari sia il conservatorismo, riconosce la possibilità di modificare l’ordinamento politico sociale esistente solo attraverso l’attuazione di organiche, ma graduali riforme. Si dice anche, in senso spregiativo, di una politica, sostanzialmente conservatrice, che si limita a marginali riforme in un dato sistema sociale, senza modificare le fondamentali strutture del sistema stesso”.