Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

21/04/19 ore

LIBRI

Il dolore di Arye e Amir Gut

In Italia pochissimi sanno dove si trova il Nagorno Karabakh e probabilmente quasi nessuno ha mai sentito parlare di Khojaly. Eppure non moltissimi anni fa, nel 1992, questa città fu teatro di uno dei più sanguinosi eccidi di quel decennio: oltre seicento morti, di cui 106 donne, 63 bambini, 70 anziani; quasi cinquecento i feriti e più di mille i prigionieri. Un bilancio pesantissimo se si pensa che la popolazione era precedentemente costituita da circa seimila persone e che tutto questo avvenne in una sola notte alla fine di un gelido febbraio. di Elena Lattes

26 luglio, prima presentazione a Roma del libro "l'altro Radicale" di Giuseppe Rippa con Luigi O. Rintallo

Giovedì 26 luglio 2018, ore 18.30, allo Studio 33 (Via della Paglia 33/a – Roma), presentazione del libro l’altro Radicale - essere liberali senza aggettivi (Guida editori) di Giuseppe Rippa con Luigi Oreste Rintallo, (introduzione di Silvio Pergameno, postfazione di Biagio de Giovanni).

Interverranno: Paolo Brogi, Stefano Folli, Andrea Manzi, Sivio Pergameno. Modera: Antonio Marulo, webmaster Roberto Granese.  saranno presenti gli autori.

Alfabeto d’origine di Lea Melandri. Un excursus nel passato, tra vicende autobiografiche e storiche

Alfabeto d’Origine (Ed. Neri Pozza), di Lea Melandri,uno dei cinque libri finalisti del Premio Pavoncella, è in realtà una raccolta di articoli dell’autrice centrata sul tema della scrittura che diventa un mezzo per descrivere esperienze autobiografiche intrecciate a quelle epocali e storiche, una sorta di excursus nel passato, con il supporto di citazioni tratte da altri autori che sembrano quasi dialogare con lei, dagli anni ’60 in poi. di Giovanna D’Arbitrio

Magda Goebbels, un libro di Meike Ziervogel: ambizione, vendetta e follia omicida

Moglie del famigerato ministro della propaganda nazista, Magda Ritschel (Johanna Maria Magdalena Ritschel), fu una figura inquietante, sia perché, con i suoi 6 figli avuti dal gerarca e per il suo impegno nella diffusione dell’ideologia, fu considerata il modello della “donna germanica di razza ariana” nonostante la sua precedente vita travagliata, sia perché ebbe il coraggio, negli ultimissimi giorni del regime, di distruggere totalmente la sua famiglia, uccidendo i 6 ragazzini e suicidandosi immediatamente dopo. di Elena Lattes

La bambina dietro gli occhi, di Yehudith Klein

La Shoà è stata una tragedia immensa che ha coinvolto milioni di persone. Oggigiorno conosciamo la storia, o meglio le storie, di alcuni sopravvissuti o di alcuni dei sommersi che hanno lasciato la loro testimonianza scritta o la cui memoria è stata tramandata attraverso le parole di chi li ha conosciuti. Poi c’è il lavoro degli studiosi che ci forniscono dati e ci rendono noti fatti e documenti. di Elena Lattes

Dalle spie di Gerico all’operativa Dalila, gli 007 nella Bibbia e nell’impero assiro

La prima citazione che si trova nella Bibbia relativa alle spie è il termine 'meragghelim': in Genesi 42,9 indica i ricognitori, coloro che vanno a piedi e perciò conoscono perché vengono dalla strada. Nello spazio accidentato del Medio Oriente, sono gli orecchi dei re e la forza degli Stati, perché al momento giusto passano informazioni e possono capovolgere battaglie. di Silvia Lanzani