Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

23/05/19 ore

LIBRI

Quando inizia la nostra storia, di Federico Rampini

Una citazione tratta dal De Oratoredi Cicerone ci guida alla lettura del libro:”Historia vero testis temporum, lux veritatis, vita memoriae, magistra vitae, nuntia vetustatis”.Tale concetto della storia “maestra di vita”, viene ribadita anche nell’Introduzione, in cui Federico Rampini (Quando inizia la nostra storia – Mondadori) sottolinea che “ci sono svolte nel passato che hanno disegnato il mondo in cui viviamo”. Appare urgente quindi riscoprire la storia come guida, poiché chi non la conosce è condannato a ripeterne gli errori, dal momento che “i vincoli del passato comandano il mondo”. Se impariamo a decifrare gli antefatti, a misurarne il peso sulle nostre scelte di oggi, acquisiamo maggiore lucidità e profondità”. di Giovanna D’Arbitrio

Soviet Piano di Luca Ciammarughi

Durante i settant’anni di dittatura, numerosissimi sono stati i musicisti e più in generale gli artisti, che hanno subito pesantissime persecuzioni o che hanno avuto grande successo o ancora, più frequentemente, che hanno vissuto entrambe le situazioni. Luca Ciammarughi in “Soviet Piano” pubblicato dalla Zecchini Editore, racconta le vicende di molti di essi, alcuni dei quali sono diventati famosi in tutto il mondo, mentre altri sono meno noti o sono stati dimenticati. Un libro denso e avvincente, nel quale vengono descritti i comportamenti dei singoli artisti verso il regime e i vari dittatori che si sono susseguiti e di questi ultimi verso i primi. di Elena Lattes

007 e fumetti, così il Gotha delle matite ha dato colori e nuvole a sfide senza tempo

Il James Bond di Ian Fleming insieme a Max Fridman e il gruppo di Novgorod. Una galleria di fumetti che raccontano pensieri e vissuti, riproponendo la cultura della sicurezza, ma con strisce colorate e una pennellata di ironia che non guasta neanche tra le spie. di Silvia Lanzani

Conversazione con Anton Emilio Krogh, avvocato e scrittore, su ‘Non si può fermare l’estate’ il suo secondo libro

L’estate – spiega all’Adnkronos Anton Emilio Krogh, avvocato e scrittore,  – non è solo una stagione climatica, ma è una stagione del cuore, dell’emotività, della vita, dei sogni. Quindi non si può fermare l’estate nel senso che non si possono fermare i sogni, l’emotività, il flusso della vita.

 

- Non si può fermare l'estate - conversazione con Anton Emilio Krogh (Agenzia Radicale Video)

Non c'è ragione senza ironia, Francesco Donadio e la seduzione della Follia

Chi vive senza follia non è così saggio quanto crede, era la lezione di La Rochefoucauld. Per Erasmo da Rotterdam la pazzia “libera dagli affanni”, restituisce sorriso a uomini e dèi, rimette in piedi il mondo. La pazzia chiede di dare ascolto alle sue parole, non come a “predicatori sacri” ma come si faceva “coi ciarlatani di piazza, con i giullari e con i buffoni”, quelli che sanno trovare la vena giusta leggendo il proprio tempo e non prendendosi sul serio. di Silvia Lanzani

"Il neoliberismo non esiste", contro i nemici della società libera

Di recente la Francia ha scalato molte posizioni nella speciale classifica dei capri espiatori. Tuttavia, come causa e origine di tutti i mali del mondo, il “neoliberismo” – magari selvaggio – resta comunque saldamente al primo posto. Si può dire che siamo quasi a livelli di "pensiero unico", sebbene ci sia qualche temerario che provi a dare un'accezione positiva a un termine utilizzato perlopiù a sproposito. Tra questi c'è Alberto Mingardi, che ha scritto un libro controcorrente, per confutare le tesi oggi prevalenti... di Antonio Marulo (VIDEO)